RERTECH - le infrastrutture di comunicazione

Le infrastrutture di comunicazione

La prima fase per lo sviluppo della banda ultra larga, presupposto essenziale anche per lo sviluppo del 5G, è attualmente in corso e riguarda le aree del Paese in cui è necessario l’intervento pubblico. Ciò avviene nel quadro della Strategia per la crescita digitale 2014-2020 e della Strategia italiana per la banda ultralarga, con risorse sia nazionali che dell’Unione europea.
In tale ambito è stato anche istituito il Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture (SINFI) e sono state semplificate le procedure per la realizzazione delle infrastrutture per le reti in fibra ottica. E’ anche in corso di sviluppo una rete pubblica di wi-fi diffuso. In materia di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi è stata attuata la direttiva UE 2016/1148 in materia.

La Strategia per la crescita digitale 2014-2020 e la Strategia italiana per la banda ultralarga forniscono il quadro per la realizzazione della banda larga e ultralarga nel nostro Paese, un presupposto essenziale per lo sviluppo del 5G. La prima fase per lo sviluppo della banda ultra larga, attualmente in corso, riguarda le c.d. aree bianche, in cui è necessario l’intervento pubblico.

Le risorse per lo sviluppo della Banda ultra larga sono sia nazionali che dell’Unione europea. Il presupposto per la costruzione delle infrastrutture di rete è stata la creazione di un “catasto delle infrastrutture”, avvenuta con il decreto legislativo n. 33/2016, di recepimento della direttiva 2014/61/UE, che ha istituito il Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture (SINFI) per razionalizzare e semplificare le procedure relative alla realizzazione delle infrastrutture per le reti in fibra ottica.

Il decreto-legge n.135 del 2018 ha introdotto alcune disposizioni per la semplificazione delle procedure relative al dispiegamento delle reti, anche intervenendo sulle disposizioni del decreto legislativo n. 33 del 2016.

Con il decreto-legge n. 119 del 2018 sono state apportate modifiche al Codice delle comunicazioni elettroniche per agevolare lo sviluppo delle reti a banda ultra larga. In particolare sono potenziati gli ambiti di intervento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni con riferimento alle ipotesi di separazione funzionale e separazione volontaria relativamente alla fornitura all’ingrosso di determinati prodotti di accesso, con specifico riferimento alle infrastrutture di rete.

Successivamente il decreto-legge n. 18 del 2020 ha stabilito che le imprese che svolgono attività di fornitura di reti e servizi di comunicazioni elettroniche intraprendono misure e svolgono ogni utile iniziativa atta a potenziare le infrastrutture e a garantire il funzionamento delle reti e l’operatività e continuità dei servizi.

Il decreto-legge n. 76 del 2020 ha introdotto ulteriori interventi di semplificazione per il dispiegamento delle reti.

Con riferimento alle previsioni del decreto-legge n.18 del 2020 si dispone che alle imprese fornitrici di reti e servizi di comunicazioni elettroniche sia consentito effettuare gli interventi di scavo, installazione e manutenzione di reti di comunicazione in fibra ottica mediante la presentazione di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) all’amministrazione locale competente e agli organismi competenti a effettuare i controlli.

La segnalazione così presentata ha valore di istanza unica effettuata per tutti i profili connessi alla realizzazione delle infrastrutture oggetto dell’istanza medesima. Misure di semplificazione riguardano anche l’installazione degli impianti radioelettrici di qualunque tecnologia e potenza.

Per il conseguimento dei permessi, autorizzazioni ed atti abilitativi, comunque denominati, relativi alle installazioni delle infrastrutture per impianti radioelettrici è infatti sufficiente la segnalazione certificata di inizio attività.

Sono altresì in corso interventi per lo sviluppo di una rete pubblica di wi-fi diffuso. Il decreto legislativo 18 maggio 2018, n 65, ha dato attuazione alla direttiva UE 2016/1148 che ha l’obiettivo di garantire un livello comune elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione europea.

50 pz: Connettore pre-lappato SOC SC/APC | RERTECH

CONDIVIDI:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

Lascia un commento

VISITA I NOSTRI WEBSITES DEDICATI

RERTECH ha soluzioni idonee per ogni esigenza di stesura, installazione e collaudo per sistemi di fibra ottica. Un vastissimo archivio di illustazioni, schede tecniche e specifiche, ti aiuteranno nella scelta migliore per il tuo progetto.

RERTECH - prodotti

RIMANI INFORMATO! NUOVI PRODOTTI IN CONTINUO ARRIVO

Inscrivi alla nostra Newsletter le tecnologie della fibra ottica sono in continua evoluzione. Ricevi novità su prodotti e tecniche installative di ultima generazione.